COME AFFRONTARE IL RIENTRO A SCUOLA (E LA MERENDA NELLO ZAINO)

Eccoci mamme…questa lunga estate che sembrava infinita è arrivata agli sgoccioli. E state già pensando a come organizzarvi per il rientro a scuola dei vostri bimbi… e anche se siete felicissime di non averli piu’ tra i piedi, dite la verità che un pochino vi mancheranno!!!

A me moltissimo…

Comunque…la cosa che sara’ piu’ dura da gestire per me sarà lo svegliarli al mattino e convincerli a fare una buona colazione. Perchè la colazione è così importante per me? Perchè, ormai l’avete capito, sono un pochino fissata con il “mangiar sano” e per la merenda delle 11 a miei figli metto nello zaino TASSATIVAMENTE frutta fresca o al massimo lo yogurt. E per questo è necessario che facciano una colazione completa e nutriente, così non mancheranno loro le energie per arrivare al loro spuntino con la frutta. Rischio i capricci, rischio di farmi odiare, rischio che arrivino a pranzo affamati e mi mangino anche il tavolo??

In verità no. No perchè i miei bimbi hanno imparato che i pasti principali della giornata sono tre: COLAZIONE, PRANZO e CENA. Stop. Non ci si abbuffa durante gli spuntini perchè sono appunto “spuntini”: spezzafame che devono essere utili a mantenere la concentrazione elevata, i livelli di attenzione e ad evitare crisi di sonno.

Inoltre a scuola i nostri bimbi stanno per la maggior parte del tempo seduti (il mio anche all’intervallo purtroppo) e non avranno assolutamente bisogno di troppe calorie durante lo spuntino. Quelle andrebbero consumate in modo bilanciato tra la colazione ed il pranzo.

Io devo dire che sono fortunata perchè ai miei figli ho sempre parlato chiaro e ho sempre spiegato apertamente tutte le scelte alimentari che compio per loro. Ho spiegato perchè troppi dolci fanno male, perchè è sbagliato mangiarsi una pizza intera a merenda (soprattutto se poi è in previsione una noiosa giornata invernale di inattività) e perché è importante fare la colazione. Loro hanno capito ed è difficile che mi chiedano di più di quello che do loro o facciano i capricci. 

Sanno quali sono i divieti e li rispettano. Addirittura il mio più grande (che ha 7 anni ed ha frequentato lo scorso anno la prima elementare) è stato ripetutamente preso  giro dai compagni perché aveva spesso la banana come frutta. Gli ho parlato cercando di capire se questo lo mettesse troppo a disagio e lui, dall’alto della sua saggezza di settenne mi ha detto “mamma, non mi da fastidio se mi prendono in giro, io voglio la frutta… non voglio certo ammalarmi”. Mi ha reso davvero molto orgogliosa. E vi dirò che, non so se è merito delle mie banane delle 11 o anche di un pizzico di fortuna, non ha preso un’influenza o un raffreddore in tutto l’anno scolastico.

Comunque, dicevo, non abbiate timore di farli scontenti o di sentirli far capricci. Non intestarditevi o sgridateli se all’inizio faranno un po’ di resistenza  ma cercate di spiegare sempre i motivi e loro capiranno. Anzi, magari saranno loro stessi che vi ricorderanno di mettere la frutta nello zaino!!!

Perchè si accorgeranno che un semplice frutto, o un bel vasetto di yogurt (o quello da bere che è anche più pratico) o anche entrambe le cose, se per esempio fanno colazione molto presto e pranzano poi alle 13.30/14, sono il giusto compromesso per placare la fame e arrivare a pranzo affamati al punto giusto per godersi una bella pastasciutta (o le lasagne se pranzano dalla nonna!!!).

Per evitare però che arrivino all’ora dello spuntino troppo affamati (e vadano a rubare la merenda dei compagni) è importantissimo fare una buona colazione. Non sempre è facile, lo so, Ma sacrificate qualche minuto di sonno ed obbligateli a farla, seduti e con calma… è un pasto FONDAMENTALE per tutti, e soprattutto per loro che dovranno affrontare una lunga giornata sui banchi. 

Qualche suggerimento goloso può essere per esempio; yogurt con cereali e un frutto, latte e biscotti (magari non troppo pasticciati, adesso esistono delle versioni “integrali” arricchite di cioccolato che io trovo deliziose), una bella fetta di pane (magari ai cereali o integrale) con marmellata o cioccolato o una bella fetta di torta fatta in casa (no confezionate vi prego!). E’ importante che accompagnino alla colazione anche qualcosa da bere. Il latte è l’ideale ma se proprio non piace anche una bella tazza di tè o un succo di frutta (senza zucchero è meglio!). 

Se invece preferiscono il salato possiamo accontentarli con una bella fetta di pane (integrale) ed una fetta di prosciutto cotto o un po’ di formaggio tipo ricotta o philadelphia, o una strisciolina piccola di focaccia (piccola eh! E non tutte le mattine). E mi raccomando non dimenticate di farli bere. Se la colazione è salata è già proteica perciò va bene anche solo un bel bicchiere di acqua. Vedrete che se la colazione è ben impostata sarà più facile gestire lo spuntino!!

E dunque, se la colazione è così ricca e completa possiamo proporre uno spuntino con frutta e/o yogurt e una bella bottiglia di acqua da bere. 

Vi assicuro che saranno felici anche loro e più concentrati e attivi a scuola. Dar loro merende dolci confezionate o biscotti magari accompagnati da succo di frutta o tè confezionato, li porterà ad assumere una dose troppo elevata di zuccheri che li porterà ad essere più agitati e il loro livello di attenzione scenderà drasticamente, il senso di sazietà sarà solo transitorio e dopo un’ora avranno di nuovo fame e faranno un nuovo pieno di zuccheri inutili. 

Provare per credere!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *