E-Sports nelle scuole

Negli Stati Uniti una scuola su 5 ha avviato un programma di esport come parte delle lezioni curriculari, e chi ancora non lo ha fatto, sta valutando di inserirlo a breve (circa il 71% degli istituti scolastici esaminati).

Questo sottolinea la grande importanza che gli esports stanno assumendo nel mercato sportivo e le loro potenzialità come strumenti per stimolare gli studenti, prepararli nel modo migliore al mondo del lavoro e fondere in qualche modo le esperienze di classe e online. I docenti che si sono confrontati con questa iniziativa hanno affermato che le materie che hanno ottenuto il piu’ grande beneficio dalla introduzione dei giochi elettronici a scuola sono state quelle scientifiche: gli studenti si sono dimostrati curiosi di imparare qualcosa di piu’ di scienza e tecnologia. 

Sembrerebbe che il maggior freno delle scuole per l’inserimento dell’ora di esports settimanale sia la paura dei costi da sostenere. In verità, le scuole che lo hanno già introdotto, stimano che il costo non sia esagerato e si aggiri intorno ai 10.000 dollari l’anno.

La notizia di maggior rilievo è poi che stanno crescendo le strutture dedicate agli esports, delle vere e proprie palestre dove gli studenti possono “fare rete” e giocare insieme. Ovviamente questo è un buonissimo segnale perchè ìndice del fatto che gli esport sono sempre piu’considerati delle vere e proprie discipline per affrontare le quali è sempre più centrale allenarsi insieme, fare gruppo e condividere gioie e dolori.

In questa ottica appare sempre piu’ evidente come, per la crescita sportiva e personale di questi atleti, sia di fondamentale importanza la presenza di professionisti quale il nutrizionista che piuò farli crescere all’interno di queste strutture, abituandoli fin dall’allenamento, alla sana e corretta alimentazione e alla sana e corretta pratica sportiva.

E’ importante che questi atleti imparino che i migliori risultati in gara non prescindono da uno stile di vita sano e corretto e che si abituino alla presenza di coach nutrizionali che li guidino nelle loro scelte.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *