Cellulite, se la conosci la eviti…

La cellulite, questo mostro che ci rovina l’estate in costume…ma anche no. Per capire come sconfiggerla dobbiamo prima conoscerla. Facciamo un po’ di chiarezza. Cellulite e ritenzione idrica sono due cose distinte anche se spesso si tende ad associarle. La ritenzione è un ristagno di liquido specialmente nella parte inferiore del corpo. La cellulite invece è un accumulo di grasso sottocutaneo.

In entrambi casi, alla base c’è un problema circolatorio: nel primo caso intervengono meccanismi di malfunzionamento delle pompe muscolari che permettono ai liquidi di risalire nella parte superiore del corpo; nel secondo caso il tessuto è come se si “isolasse” dalla circolazione ed in questo modo il grasso rimane “intrappolato” sottocute e non riesce ad essere utilizzato nemmeno quando il corpo viene sottoposto a restrizione calorica o ad attività fisica.

Più precisamente il meccanismo di formazione è legato ad una disfunzione del microcircolo (della piccola circolazione, quella dei capillari per intenderci), e si tendono  a creare dei setti fibrosi che intrappolano il tessuto adiposo e l’acqua.

La cellulite può interessare tutti, donne e uomini ma le donne sono sicuramente più predisposte a questo inestetismo per ragioni ormonali e di costituzione

L’aumento di peso e la scarsa attività fisica sono tutte condizioni che favoriscono l’insorgenza della cellulite ma spesso si puo’ essere predisposti alla cellulite anche se non si è in sovrappeso ma magari si hanno problemi di circolazione. 

Per le ragazze giovani più spesso questa è favorita dalla scarsa attività fisica e da un abbigliamento sbagliato: jeans e leggings troppo stretti comprimono le gambe ed impediscono una corretta circolazione sanguigna e a lungo andare questo può portare alla comparsa della “buccia di arancia”. Cosi’ come indossare tacchi alti e stare molto in piedi durante la giornata potrebbe favorire la comparsa di cellulite. 

La cellulite può colpire aree differenti, dipende anche in questo caso dalla predisposizione personale e dall’adipe localizzato. Generalmente le zone più colpite sono i fianchi, le cosce, le braccia e i glutei.

Ma allora come ce ne liberiamo?

Il primo passo per combattere la cellulite  è sicuramente quello di adottare uno stile di vita sano ed un’alimentazione equilibrata. Perciò via libera a tutti i cibi che contengono una grande quantità di acqua come anguria, ananas, asparagi, cetrioli, cipolle, pomodori e lattuga. Ovviamente invece andranno limitati tutti i cibi che contengono molto sale come insaccati, patatine e snack poco salutari (il sale favorisce i fenomeni di ritenzione idrica ed aumenta la sensazione di gonfiore). Naturalmente, dovrai bere almeno 1 litro e mezzo di acqua al giorno, meglio se due per aiutare a drenare e purificare l’organismo. Ah, e non dimentichiamo il prezioso aiuto delle fibre che favoriscono il transito intestinale e mantengono “pulito” l’organismo. Quindi via libera ai cibi integrali e a una grande varietà  di frutta e verdura!!!

Al di là della tavola è importantissima l’attività fisica. Ottima la camminata e la corsa che aiutano a stimolare la parte inferiore del corpo. Davvero molto efficace il nuoto che allunga la muscolatura delle gambe da un lato e dall’altro sfrutta l’azione “levigante” dell’acqua. 

Ma gli esercizi davvero efficaci per combattere la cellulite sono quelli che allenano la muscolatura delle gambe e riattivano il microcircolo a livello locale come gli affondi, e gli squat. 

Ricordatevi però che i risultati migliori si ottengono sempre con costanza e facendo dell’attività fisica, come della buona alimentazione, una sana abitudine da praticare tutti i giorni.

Se volete un aiuto in più possiamo ricorrere anche alle creme che di sicuro aiutano a contrastare la buccia di arancia grazie alla loro azione lipolitica.

La cellulite causa ipertrofia (aumento di volume) delle cellule adipose diventando più grandi che riducono la grandezza dei capillari e li rendono più fragili rendendo più difficoltosa la circolazione e causando un accumulo di liquido negli spazi intercellulari. Le creme anticellulite attivano un enzima che riduce le cellule adipose, chiamato lipasi. Così le pareti dei capillari vengono rinforzate e il drenaggio dei liquidi funziona meglio. 

E per aumentare l’effetto della crema vi consiglio di applicarla quando avete 5 minuti tutti per voi per riuscire a farla penetrare bene concedendovi un bel massaggio e, soprattutto, pensando che lo state facendo per prendervi cura di voi!

Quindi se vogliamo combatterla i rimedi ci sono. Ma se per vari motivi, nonostante tutti gli sforzi qualche piccola zona “a buccia d’arancia” rimane, non facciamone un dramma. E’ pur sempre il nostro corpo e l’importante è prendersene cura per farlo funzionare al meglio. E ricordatevi sempre che la cellulite ce l’hanno tutte!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *